In memoria di Maurizio Estate, 25 anni dopo...

Data pubblicazione: 17-05-2018
 
"
"
"
"
"
"
"
"
"

Si è svolta in vico Vetriera a Chiaia, nei pressi del largo a lui intitolato, un'iniziativa di commemorazione di Maurizio Estate, l'"eroe civile" ucciso a soli 23 anni il 17 maggio 1993.

Insieme ai familiari sono intervenuti il questore di Napoli Antonio De Iesu, il commissario regionale antiracket Franco Malvano, rappresentanti del Comune di Napoli, della Prefettura, della Fondazione Polis (con una delegazione guidata dal segretario generale Enrico Tedesco), di Libera, della Federazione Antiracket Italiana (presente il presidente onorario Tano Grasso) e numerosi alunni di quattro scuole della città: la Salvo D'Acquisto, la Alpi - Levi, la Tito Livio e la Fiorelli.

Particolarmente toccante la testimonianza di Davide Estate, nipote di Maurizio, presente all'iniziativa insieme al papà Giovanni e allo zio Mario: "Il sacrificio di Maurizio ha lasciato una traccia importante in questa città, non è fine a sé stesso. La nostra presenza qui oggi ne è una valida testimonianza. Maurizio non è stato ucciso invano. Non è importante come si viene uccisi, ma come si vive. È in questo che si snoda la grande differenza tra l'omicidio di un innocente e l'omicidio di un camorrista. Ai bambini delle scuole chiedo di saper scegliere la strada giusta, quella della legalità".

Sulla stessa lunghezza d'onda il segretario generale della Fondazione Polis Enrico Tedesco: "I bambini qui presenti sono il nostro futuro ma anche il nostro presente. Anche a loro è rivolta l'attività della nostra Fondazione, che cerca quotidianamente di lenire le ferite dei familiari delle vittime ma anche di impegnarsi affinché quello che è accaduto a Maurizio Estate non accada ad altri".

L'iniziativa di oggi ha avuto un momento propedeutico lo scoprso 10 maggio, quando, presso l'istituto Salvo D'Acquisto di Miano, i familiari di Maurizio Estate hanno donato un ipad ai piccoli studenti. La Salvo D'Acquisto ha così avviato un progetto culturale e formativo che consiste nell'"adozione" di Maurizio Estate, che si svilupperà lungo tutto il prossimo anno scolastico e terminerà il 17 maggio 2019, 26° anniversario dell'uccisione di un'"eroe civile".

 

IL MATTINO.IT