Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Cosimo Miccoli

Data pubblicazione: 21-01-2019
 

Data dell'accaduto: 29/01/1987
Luogo dell'evento: Napoli
Anni: 28
 
vittima del dovere
 
Breve storia dell'accaduto:
 
Cosimo Miccoli, 28 anni, di Lecce, carabiniere in servizio al nucleo radiomobile di Napoli, la sera del 29 gennaio 1987 è in macchina con la sua fidanzata, libero dal servizio. 
All'ingresso autostradale di Pomigliano d'Arco, Cosimo Miccoli nota dei banditi intenti a rapinare gli esattori del casello. Il militare decide di intervenire. Intima l'alt ai rapinatori, uno di loro si volta e fa fuoco, colpendo Miccoli al petto. Il carabiniere, nonostante la ferita, risponde al fuoco ferendo uno dei malviventi. Cosimo Miccoli muore durante il tragitto verso l'ospedale. 
 
Il carabiniere Cosimo Miccoli è inserito nella graduatoria delle vittime del dovere del Ministero dell'Interno.
Cosimo Miccoli è stato insignito della Medaglia d'oro al valor militare per l'estremo sacrificio compiuto. 
 
Il 29 gennaio 2014, presso la chiesa madre di San Felice, si celebra una messa in memoria di Claudio Miccoli.
Nell'ottobre 2014 nella città di Brindisi è stato inaugurato un monumento alla memoria del giovane carabiniere Cosimo Miccoli. 
 
Link e collegamenti ipertestuali:
 
1. http://www.quirinale.it/elementi/DettaglioOnorificenze.aspx?decorato=13620
 
2. https://www.youtube.com/watch?v=5iDYAPYrMrM
3. http://www.carabinieri.it/arma/ieri/storia/vista-da-2015/fascicolo-39/la-tecnologia-al-servizio-dell-arma/cosimo-miccoli;