Inaugurata alla stazione di Montesanto una nuova teca per la fisarmonica di Petru Birladeanu, vittima innocente di camorra

Data pubblicazione: 18-07-2019
 
"
"
"
"
"
"
"
"
"

Stamattina, presso la stazione di Montesanto, è stata inaugurata la nuova teca che espone la fisarmonica di Petru Birladeanu, il musicista rumeno ucciso il 26 maggio 2009 durante un'azione dimostrativa della camorra.
 
L'iniziativa, ideata dal presidio di Libera Vomero – Arenella, è stata resa possibile grazie al contributo della Fondazione Polis della Regione Campania per le vittime innocenti della criminalità e i beni confiscati e dell'EAV e grazie al sostegno della F.A.I. (Federazioni delle Associazioni Antiracket ed Antiusura italiane). 
 
La teca che custodisce la fisarmonica di Petru è stata progettata dall'architetto Antonella Palmieri, che ha raccolto l'invito ad occuparsi della collocazione di un oggetto così fortemente simbolico. "Nella sua semplicità – afferma l'architetto – l'elemento in pietra lavica, acciaio e cristalli accoglie lo strumento e si stringe attorno ad esso, lasciandolo sospeso ad un'altezza utile perché lo si possa ancora oggi imbracciare, mentre lascia, grazie alla distanza dalla balaustra, che la città "entri" nella teca e lo abbracci come non fu in grado di fare quel 26 maggio quando il musicista morì solo tra le braccia della moglie". "Così sospesa - aggiunge l'architetto – la sua fisarmonica, seppur protetta, sembra oggi volersi mischiare e volare tra la gente per raccontare la sua storia".
 
Nel corso dell'iniziativa sono intervenuti il presidente dell'EAV Umberto De Gregorio, l'assessore comunale alle politiche giovanili e alla legalità Alessandra Clemente, il presidente della Fondazione Polis don Tonino Palmese, il referente regionale di Libera Fabio Giuliani con Gianmario Siani del presidio Vomero - Arenella.
 
Il cantautore Roberto Ormanni, accompagnato dal musicista Enrico Valanzuolo, ha omaggiato Petru con una canzone a lui dedicata, mentre alcuni lavoratori dell'EAV hanno declamato una poesia in musica.
 
Presenti, tra gli altri, il viceprefetto Rosa Maria Machinè, il parlamentare Paolo Siani, il presidente di Federconsumatori Campania Rosario Stornaiuolo e il segretario della FAI Vittorio Ciccarelli.
 
Da oggi la stazione EAV di Montesanto, intitolata proprio a Petru il 26 maggio 2016, aggiunge un nuovo tassello di legalità a suo favore, dopo la mostra Nat'Art. La fisarmonica del musicista rumeno continuerà a suonare. Più forte degli spari dei clan.
 
VIDEO IL MATTINO
 
ANSA VIDEO
 
ANSA FOTO
 
VIDEO FANPAGE
 
REPUBBLICA NAPOLI
 
IL MATTINO
 
VIDEOINFORMAZIONI
 
COMUNICARE IL SOCIALE
 
NAPOLI FLASH 24

JUORNO