Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Pietro Sica

Data pubblicazione: 20-09-2018
 

Data dell'accaduto: 24/09/2010
Luogo dell'evento: Guardia dei Lombardi (AV)
Anni: 50
Vittima della criminalità comune
 
Breve storia dell'accaduto:
Impiegato dell'ufficio tecnico comunale di Guardia dei Lombardi, Pietro Sica viene ucciso la mattina del 24 settembre 2010 mentre si reca a lavoro.
L'uomo viene avvicinato da Vittorio Secchiano, pensionato di 74 anni, che esplode contro Sica diversi colpi di pistola uccidendolo sul colpo.
Il movente è da rintracciarsi nel rancore che Secchiano aveva per Sica, ingiustamente individuato come la causa della difficile situazione che il pensionato stava attraversando.
Il sisma del 1980 aveva distrutto l' abitazione di Secchiano e questi non era riuscito ad ottenere le concessioni edilizie necessarie alla ricostruzione. Pietro Sica si era occupato in prima persona della vicenda ed era divenuto per questo agli occhi di Secchiano il "colpevole", l'uomo sul quale il 74enne ha voluto riversare tutta la sua rabbia.  
È stato lo stesso omicida a confessare il movente al procuratore capo di Sant'Angelo dei Lombardi, Antonio Guerriero.
Pietro ha lasciato una moglie e due figlie.
 
Nel 2011 arriva la condanna di primo grado per Secchiano: al l'uomo vengono inferti 16 anni di reclusione.  
 
Nel dicembre 2012, Vittorio Secchiano viene condannato in secondo grado dalla IV sezione della corte di Appello di Napoli a 12 anni di reclusione, per il riconoscimento del vizio parziale di mente, ma anche per l'esclusione delle aggravanti contestate e delle stesse attenuanti generiche riconosciute in 1° grado dal GUP del tribunale di Sant'Angelo dei Lombardi. 
 
 
http://www.irpinianews.it/guardia-l-assassinato-dipendente-comunale-a-colpi-di-pistola/;
 
http://www.irpinianews.it/omicidio-sica-domani-i-funerali-e-lutto-cittadino-a-guardia/;