"Dieci Storie Proprio Così. Terzo Atto" per tre giorni al Teatro San Ferdinando di Napoli

Data pubblicazione: 09-02-2018
 
"
"
"
"
"
"
"
"
"
"

Per tre giorni la drammaturgia "Dieci Storie Proprio Così. Terzo Atto", scritta da Emanuela Giordano e Giulia Minoli, è andata in scena al Teatro San Ferdinando di Napoli.

La prima rappresentazione si è svolta martedì 6 febbraio. Presenti, tra gli altri, il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho, il sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore, l'assessore comunale alle Politiche Giovanili Alessandra Clemente, il parroco del Rione Sanità don Antonio Loffredo, l'attore di "Un posto al sole" Patrizio Rispo, il commissario per la bonifica di Bagnoli Salvo Nastasi, il giornalista e autore televisivo Gianni Minoli.

Dieci storie proprio così. Terzo atto è parte integrante de Il Palcoscenico della legalità, un progetto sperimentale di collaborazione tra teatri, istituti penitenziari minorili, scuole, università e società civile, promosso, tra gli altri, dalla Fondazione Polis della Regione Campania

Dieci storie proprio così. Terzo atto è una "ragionata" provocazione contro quella rete mafiosa, trasversale e onnipresente, che vorrebbe sconfitta la coscienza collettiva, la capacità di capire e reagire. È lo svelamento dei complessi legami che si intrecciano tra economia "legale" ed economia "criminale", legami che uccidono il libero mercato e minacciano gravemente il nostro futuro. 

Abbiamo deciso di concentrarci sul presente, su ciò che accade ora e su quello che ognuno di noi può realmente fare, assumendoci la responsabilità di un cambiamento faticoso, difficile ma irrinunciabile. Abbiamo approfondito il tema della scelta. Nella nuova drammaturgia abbiamo utilizzato storie, riflessioni e archetipi umani che sintetizzano la complessità di un problema che non può più essere affrontato tracciando con sicurezza una linea di demarcazione tra chi è "contaminato" e chi non lo è.

In allegato la rassegna stampa dell'iniziativa.

Allegati: