Rapido 904, domani le celebrazioni del 34esimo anniversario

Data pubblicazione: 23-12-2018
 

Domenica 23 dicembre 2018 ore 12.15 - atrio Stazione Napoli Centrale
cerimonia commemorativa per il 34° anniversario della strage sul treno rapido 904 del 23 dicembre 1984
 
Il 23 dicembre 1984 il rapido 904, partito alle 12.55 dal binario 11 della stazione di Napoli c.le, era diretto a Milano. Alle 19.08, mentre il treno percorreva la grande Galleria degli Appennini tra Vernio e San Benedetto Val di Sambro, fu squarciato da una bomba radiocomandata, collocata su una griglia portabagagli nella carrozza numero nove. L'esplosione causò la morte di 16 persone. 
Gli atti processuali hanno fatto emergere che la strage rientrava in una strategia preordinata dai vertici di "Cosa Nostra" per allentare la morsa a cui erano sottoposti a seguito delle rivelazioni di alcuni collaboratori di giustizia che avevano portato all'emissione di centinaia di provvedimenti restrittivi. Dopo 34 anni non abbiamo ancora il quadro completo di quello che è accaduto, nonostante i numerosi processi non si è ancora giunti alla Verità. L'ultimo atto giudiziario si è concluso l'anno scorso con l'estinzione del processo a causa della morte di Totò Riina, unico imputato.  
Per rimarcare la determinazione nella ricerca della Verità, per l'ottenimento della Giustizia dovuta, per onorare la memoria delle vittime, l'"Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage sul Treno Rapido 904" invita la cittadinanza a partecipare alla cerimonia commemorativa che si terrà il 23 dicembre alla stazione di Napoli C.le, alle ore 12.15. L'evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Napoli, con il sostegno della Fondazione Polis della Regione Campania, della CGIL Campania, di Grandi Stazioni e di Libera, sarà introdotto dal Coro "Incanto" diretto da Luciana Mazzone, accompagnato al pianoforte da Gennaro Truglio. Seguiranno gli interventi dell'assessore alle Politiche integrate di sicurezza e legalità della Regione Campania Franco Roberti, dell'assessore ai Giovani del Comune di Napoli Alessandra Clemente e della Presidente dell'Associazione dedicata alle vittime della strage Rosaria Manzo.