Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Girolamo Tartaglione

Data pubblicazione: 10-10-2012
 

Girolamo Tartaglione
Data dell'accaduto:10. 10. 1978
Luogo dell'evento: Roma
Vittima del terrorismo

Breve storia dell'accaduto:
Il 10 ottobre 1978 Girolamo Tartaglione  viene assassinato, con due colpi alla nuca, dalle Brigate Rosse mentre rientrava a casa dal Ministero. L'omicidio viene rivendicato con un volantino inviato al Corriere della Sera, sede romana. Responsabili dell'omicidio Tartaglione i brigatisti Alessio Casimirri, Alvaro Lojacono, Adriana Faranda.

Con l'omicidio di Tartaglione e di altri operatori dell'amministrazione penitenziaria le Brigate Rosse intesero colpire la scelta  di rafforzare lo standard di sicurezza fatta dalla politica penitenziaria.
Tartaglione aveva contribuito alla stesura del nuovo ordinamento penitenziario, alla redazione del disegno di legge a riforma del sistema penale attraverso il quale si depenalizzavano alcuni reati e si introducevano sanzioni sostitutive. Tartaglione aveva lavorato con entusiasmo e passione alla preparazione della nuova legge sull'ordinamento penitenziario, convinto come era della necessità di applicare compiutamente il precetto costituzionale secondo cui la pena deve tendere alla rieducazione  del condannato ed era altresì convinto che il trattamento penitenziario dovesse essere differenziato  e quindi rispondente alle reali necessità di ciascuno. 

Girolamo Tartaglione, originario di Napoli, ricoprì diverse cariche nel corso della sua carriera. Prima Procuratore della Repubblica a Santa Maria Capua Vetere e a Napoli, poi Procuratore capo a Sant'Angelo dei Lombardi, successivamente ancora Consigliere della Corte di Appello di Bari e infine consigliere della Corte Suprema di Cassazione. A 65 anni accettò l'incarico presso l'allora Ministero di Grazia e Giustizia come Direttore generale degli Affari penali, attuale dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria.

Il 14 maggio 1984 è stata intitolata alla memoria di Girolamo Tartaglione la Biblioteca del Polo giuridico sita nel Palazzo di giustizia di Napoli nel Castel Capuano, sede trasferitasi poi dal 2011  nel tribunale al Centro Direzionale.

La storia di Girolamo Tartaglione è raccontata nel libro di Raffaele Sardo "Come Nuvole Nere" edito da Melampo nel 2013.

Collegamenti ipertestuali relativi a Girolamo Tartaglione

Blog, link, social network, video:

1) Biografia contenuta all'interno dell'enciclopedia Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Girolamo_Tartaglione

2) Pagina commemorativa sul portale dell' "Associazione italiana vittime del terrorismo" http://www.vittimeterrorismo.it/memorie/schede/tartaglione.htm

3) Pagina commemorativa sul portale "Per non dimenticare" all'interno del S.A.N. ( sistema archivistico nazionale ) http://www.memoria.san.beniculturali.it/web/memoria/protagonisti/scheda-protagonista?p_p_id=56_INSTANCE_V64e&articleId=19404&p_p_lifecycle=1&p_p_state=normal&groupId=11601&viewMode=normal&tag=tag_personaggio


4) http://www.radiosiani.com/component/k2/item/3550-10-ottobre-1978-girolamo-tartaglione/3550-10-ottobre-1978-girolamo-tartaglione.html

5) http://www.associazionemagistrati.it/doc/422/girolamo-tartaglione.htm