Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Luigi Ciaburro

Data pubblicazione: 11-09-2014
 

Data dell'accaduto: 09/09/1975
Luogo dell'evento: Villa Literno ( CE )
Anni: 52
Vittima del dovere
Breve storia dell'accaduto

Il 9 settembre 1975 Luigi Ciaburro, maresciallo dei carabinieri, viene travolto e ucciso da un convoglio presso la stazione di Villa Literno. Nello stesso incidente rimane ferito in modo lieve  Giuseppe Cimmino, agente della polfer. Intorno alle due del mattino, la pattuglia del maresciallo Ciaburro viene allertata per una rapina ai danni di un treno merci sul tratto della ferrovia tra Casapesenna e Villa Literno, preannunciata da una telefonata anonima.  I malviventi erano riusciti ad arrestare la corsa del convoglio posizionando una bacchetta di ferro tra le rotaie e ottenendo in questo modo che si azionasse il meccanismo di frenata del treno. Dopo aver svaligiato i primi vagoni, i ladri si sono visti scoperti dai militari dell'Arma. È cominciato a questo punto un inseguimento, nel corso  del quale Ciaburro e Cimmino non scorgono i treni merci che intanto sopraggiungono. Caiburro viene travolto dal treno, il suo corpo investe quello dell'appuntato Cimmino facendolo precipitare nella sottostante scarpata. Cimmino riesce ad avvertire il carabiniere Guacci Antonio che li attendeva in auto. Cimmino viene soccorso e trasportato all'ospedale di Aversa, per Luigi Ciaburro non c'è nulla da fare. 
La salma del maresciallo, riconosciuto vittima del dovere, è sepolta nel cimitero di Sant'angelo D'Alife. Luigi lascia la moglie e quattro figli.

Nel corso della sua vita il carabiniere Ciaburro si è distinto più volte per il suo valore e il suo coraggio , ricevendo numerose onoreficenze. 

Blog, link e collegamenti ipertestuali:

1. http://www.vittimedeldovere.it/caduti.php?id=1131