Beni confiscati finanziati 2006 - Nuovi Percorsi Pol.i.s.: Comune di Napoli - Appartamento in Via dell'Auriga 51

Data pubblicazione: 27-04-2011
 
Esterno Palazzo Capri
Esterno Palazzo Capri

SCHEDA ANAGRAFICA

NAPOLI (NA) – APPARTAMENTO

Indirizzo
Via Dell'Auriga 51 (ex Via Vicinale Paradiso)

Denominazione bene
Palazzo Capri

Superficie
128,15 mq

Confiscato a
Antonella De Rosa e Giacomo Cavalcante

Data della confisca
20.01.2004

Estremi del Provvedimento di assegnazione al Comune
Acquisizione al patrimonio indisponibile del Comune 06/05/2005

Data del verbale di consegna del bene
15/05/2005

Estremi Atto di destinazione
Nota n. 18 del 26/05/2005

Finalità di destinazione d'uso
Casa di accoglienza per donne vittime di violenza

Soggetto gestore
ATI composta dalle cooperative Dedalus, EVA e Associazione Arcidonna

Riferimenti per il Comune di Napoli – Palazzo San Giacomo Piazza Municipio - 80133
tel. 081 7954051 – 4052 fax.  081 7954053
RUP: ing. Bruno Marfé

Riferimenti per la Cooperativa Dedalus - Via Vicinale Santa Maria del Pianto - Centro Polifunzionale Inail Torre 1 - 80143 Napoli
tel. 081 7877333/392 9730570 - fax. 081 7877333 - mail accoglienza@coopdedalus.it
Referente: dott.ssa Elena de Filippo

Riferimenti per la Cooperativa EVA - Via Jan Palach Central Park - 81055 Santa Maria Capua Vetere (CE) 
tele/fax. 0823 840600 - mail. coopeva@tin.it
Referente: dott. ssa Raffaella Palladino

Fonti di finanziamento
Legge Regionale 23/03 III annualità 2006 - Finanziamento indiretto Nuovi Percorsi Pol.i.s. - PON Sicurezza Misura II.1

Totale del finanziamento € 89.511,00

ATTIVITÀ ALL'INTERNO DEL BENE
La destinazione d'uso del bene prevede la realizzazione di una casa di accoglienza per donne maltrattate, il Servizio Contrasto delle nuove povertà e rete delle emergenze sociali ha predisposto il bando di gara per l'assegnazione del bene. L'8 marzo 2011 è stata inaugurata la Casa per Donne Maltrattate, dedicata a Fiorinda Di Marino uccisa a colpi d'ascia dal compagno nel luglio 2009. La Casa, che dispone di sei posti letto, con cucina e sala per la collettività, assistenza continua e reperibilità H 24, oltre ad accogliere donne vittime di violenza domestica offre loro percorsi di uscita dalla violenza, con programmi individualizzati di aiuto psicologico e protezione, supporto per i minori coinvolti e orientamento ai servizi sul territorio e al mercato del lavoro. La struttura, rimasta nella disponibilità del Comune, è gestita da un'ATI (Associazione temporanea d'imprese) che comprende le cooperative Dedalus, EVA e l'Associazione Arcidonna, ed è in stretta connessione con il Centro Antiviolenza del Comune di Napoli.

STATO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO
I lavori realizzati rientrano nella manutenzione ordinaria, per il ripristino funzionale degli immobili. Con le economie autorizzate è stato acquistato l'arredamento.