Stage Master sui beni confiscati: Associazione Libera - Comune di Sessa Aurunca (CE) - Al di là dei sogni

Data pubblicazione: 12-10-2011
 
Come era
Come è

SESSA AURUNCA (CE) – TRE TERRENI AGRICOLI

Indirizzo
Località Maiano


I tre terreni di complessivi 17.97.37 ettari sono stati confiscati il 21.10.1991 ad Antonio Moccia. Il Comune di Sessa Aurunca ha presentato alla Regione Campania un progetto per la realizzazione di un Centro di prima accoglienza per l'inserimento lavorativo di fasce svantaggiate finanziato tramite i Nuovi Percorsi Pol.i.s. - PON Sicurezza Misura II.1 per un costo complessivo di 1.010.880 euro. I lavori di ristrutturazione ed adeguamento sono terminati nel dicembre del 2008. Nel 2010 il Comune di Sessa Aurunca ha stipulato un contratto di comodato d'uso, della durata di 20 anni, con la Cooperativa Sociale "Al di là dei sogni" Onlus. Da aprile 2010 la struttura, che insiste sul terreno di 6.72.97 ettari, è a pieno regime, attualmente sono ospitate persone con disabilità sia in forma residenziale semi residenziale. Le attività previste sono essenzialmente due: la coltivazione dei terreni per l'inserimento lavorativo di persone con disabilità psico – fisiche e il canile per la pet – therapy. Attualmente il canile ancora non è in funzione poiché manca l'autorizzazione dell'ASL Caserta. Il bene ospita anche l'associazione I Corsari che svolge attività sociali con i ragazzi del luogo ed organizza anche incontri con la cittadinanza. Sull'appezzamento di terreno di 7.13.01 ettari, intitolato il Giardino della memoria e dell'impegno, sono stati piantati 900 alberi ed ogni albero è stato intitolato ad una vittima innocente della criminalità. È stato presentato un progetto al PSR Campania (Programma di sviluppo rurale) Misura H per un piano di riforestazione di 3.200 alberi di ciliegio e noce. Anche il lotto di terreno di 4.11.39 ettari è stato riforestato con alberi da legno di noci e ciliegi attraverso un finanziamento della "Misura H" del PSR Campania. L'intero bene è stato dedicato alla memoria di Alberto Varone, un giovane imprenditore barbaramente ucciso dal clan dei "Muzzoni" di Sessa Aurunca, per essersi rifiutato di cedere le sue attività.


Il piano di attività predisposto per gli stage ha previsto la progettazione e l'organizzazione dei campi estivi di volontariato organizzati da Libera sui beni confiscati. Lo stagista si è occupato della cura e della valorizzazione dei campi e dei prodotti biologici su di essi coltivati. Ha inoltre studiato in maniera approfondita la normativa sanitaria sui canili.

Corsisti del Master che svolgono lo stage presso il bene:
Corona Ciro