Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Antonio Sabia

Data pubblicazione: 29-07-2019
 
Data dell'accaduto:30/07/1986
Luogo dell'evento:Ponte Barrizzo (SA)
Anni:37
vittima criminalità organizzata
 
Breve storia dell'accaduto:
 
Antonio Sabia, agricoltore 37enne, viene ucciso nell'agguato organizzato per uccidere Vincenzo Marandino, figlio del boss Giovanni Marandino, considerato negli anni '80 il cassiere di Cutolo. L'agguato si inserisce nella guerra di camorra tra la NCO di Cutolo e i membri della Nuova Famiglia.
 
Il grande volume di fuoco, trenta colpi di pistola e fucile a canne mozze, coinvolge nell'attentato mortale contro il camorrista anche l'agricoltore incensurato.
Nel 1987 vengono arrestati Giovanni Maiale, 34 anni ex cutoliano passato alla Nuova Famiglia; Luigi De Martino, 33 anni; Umberto Adinolfi, 33 anni; Raffaele Cosenza, 44 anni; Nicola Narbone, 57 anni;Carmine Notargiacomo, 35 anni.
 
La storia di Antonio Sabia è ricordata nel "Dizionario enciclopedico delle Mafie in Italia", edito da Castelvecchi nel 2013.
 
VITTIME DI MAFIA PER NON DIMENTICARE
 
RETE DEGLI ARCHIVI PER NON DIMENTICARE
 
VIVI NOMI DA NON DIMENTICARE