BENI CONFISCATI FINANZIATI CON ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO "SICUREZZA PER LO SVILUPPO DELLA REGIONE CAMPANIA - GIANCARLO SIANI": COMUNE DI CONTURSI TERME (SA) - COMPLESSO IN LOCALITÀ PONTE MEFITA

Data pubblicazione: 07-06-2011
 
Rendering Casa albero per anziani
Rendering Centro cure termali
Rendering Centro per lo sport e il benessere
Mappa dell'area in Località Ponte Mefita

SCHEDA ANAGRAFICA

CONTURSI TERME (SA) – COMPLESSO

Indirizzo
Località Ponte Mefita

Denominazione bene
Parco della Legalità

Confiscato a
Giovanni e Vincenzo Marandino

Estremi del Provvedimento di assegnazione al Comune
Agenzia del Demanio provvedimento prot. 37591 del 18/12/2006

Data del verbale di consegna del bene
20.12.2006

Finalità di destinazione d'uso
Borgo termale

Soggetto gestore
Comune di Contursi Terme

Riferimenti per il Comune di Contursi Terme – Piazza Garibaldi – 84024
tel. 0828/991013 fax. 0828/991069

Fonti di finanziamento
Delibera CIPE 3/2006 – APQ "Giancarlo Siani" per la ripartizione delle risorse FAS (Fondi Aree Sottoutilizzate 2006-2009)

Totale del finanziamento € 1.200.000,00

ATTIVITÁ ALL'INTERNO DEL BENE 
Al clan Marandino è stata confiscata un'area vastissima comprendente il Parco delle Querce, composto da un edificio precedentemente adibito ad albergo e servizi per cure termali, da un grande piscina con acque termali, da un piccolo manufatto coprente la sorgente dell'acqua Cantani e da un terreno annesso adibito a piazzale e l'area delle Acque Minerali Cantani, di circa 1.34 ettari, composto dalla fabbrica per imbottigliamento delle acque minerali, da un locale adibito a deposito e dalla relativa area annessa. L'intervento attuato con i Fondi FAS ha previsto la realizzazione del primo stralcio funzionale del "Borgo termale".
Il progetto di ristrutturazione e adeguamento funzionale dell'albergo Parco delle Querce prevede la realizzazione di una Casa albergo per anziani. L'intervento sarà realizzato in due fasi:
1. ristrutturazione del piano seminterrato con sala ristorante, bar ristoro, i locali per la cucina, del piano terra con una zona per il ricevimento degli ospiti ed una grande sala per convegni e attività culturali, una serie di sale polifunzionali utilizzabili per la formazione, del primo piano superiore che ospiterà complessivamente 20 camere. Questo primo stralcio è stato valutato positivamente dal PON Sicurezza 2007/2013 per un costo complessivo di 3.000.000 euro;
2. completamento di altri due piani dedicati ad ospitare complessivamente 40 camere da realizzare con l'attivazione di un eventuale finanziamento FAS per un costo complessivo di 1.690.000 euro.
La Casa albergo sarà sia un centro socio-assistenziale, ma anche un centro culturale attraverso l'organizzazione di mostre, rappresentazioni teatrali, presentazione di libri, rassegne cinematografiche, concerti musicali, realizzazione di convegni, conferenze, forum, seminari, corsi di formazione sul temi della sicurezza e della legalità.
Per ciò che concerne la ristrutturazione e riconversione funzionale dell'area delle Acque Minerali Cantani, è stata prevista la realizzazione di un "Centro per cure termali, riabilitative e fisioterapiche". L'intervento mira alla realizzazione anche di un Centro studi e di formazione. Si prevede, pertanto, la stipula di apposite convenzioni con le Università della Regione Campania e di altre Regione del Mezzogiorno, volte ad organizzare stage formativi, ricerche e studi per gli studenti e i tirocinanti. Per la realizzazione dell'intervento è stato richiesto un finanziamento al PON Sicurezza 2007-2013 per un importo pari a 4.620.000 euro.
Infine, è prevista la realizzazione di un "Centro per lo sport e il benessere" diviso in un'area a verde attrezzato comprendente un teatro all'aperto, viali e luoghi per la sosta ed il relax e in una restante area propriamente destinata ad ospitare il centro per lo sport ed il benessere, costituito da un campo di calcetto, campi da tennis e piscine all'aperto, con annessi servizi igienici e spogliatoi, un centro benessere e spazi per il ristoro. Il progetto è stato ammesso al finanziamento a valere sui fondi POR FESR Campania 2007/2013 ed è stato messo in gara d'appalto. I lavori sono iniziati nei primi mesi del 2010.

STATO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO
L'intervento ha previsto la ristrutturazione e l'adeguamento dell'area esterna del parco e della piscina del complesso termale, nonché il ripristino funzionale delle sorgenti ferrata e sulfurea al fine di consentirne la fruizione da parte della popolazione e l'insediamento di un Borgo termale. I lavori di realizzazione sono terminati ad ottobre 2009.