Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Domenico Attianese

Data pubblicazione: 30-11-2017
 

Anni:45
Quando: 4 dicembre 1986
Luogo dell'accaduto: Napoli
vittima del dovere
 
Domencio Attianese viene ucciso a Napoli da due rapinatori durante una sparatoria a Pianura.
 
Quel giorno Attianese era a casa e fuori servizio e venne avvisato da un passante che in una gioielleria vicino casa era in corso una rapina. 
 
Attianese corse verso la gioielleria e sorprese i rapinatori in fuga dalla stessa, intimò loro di fermarsi ma questi aprirono il fuoco contro il poliziotto che venne colpito prima di poter reagire.
I rapinatori fuggirono subito dopo a bordo di un ciclomotore lasciato all'esterno del negozio.
 
Il sopraintendente principale Domenico Attianese si era arruolato in Polizia nel 1962 e pochi mesi prima del suo barbaro assassinio era stato promosso al grado superiore.
 
Domenico Attianese lasciò la moglie e due figli.
 
Medaglia d'oro al valore civile: «Mosso da generoso impulso e incurante del rischio, affrontava tre malviventi armati che avevano fatto irruzione in una gioielleria a scopo di rapina. Raggiunto da un colpo di pistola esploso da distanza ravvicinata, perdeva la vita, dando luminoso esempio di attaccamento al dovere spinto fino all'estremo sacrificio. Napoli, 4 dicembre 1986».
 
 
 
1) http://www.noninvano.it/vittime/domenico-attianese/;
2) http://www.cadutipolizia.it/fonti/Polizia1981/1986attianese.htm;
3) http://www.noninvano.it/vittime/domenico-attianese/