Beni confiscati finanziati annualità 2006 - Nuovi Percorsi Polis: Comune di Pignataro Maggiore (CE) - Terreno agricolo con fabbricato rurale in Via Vicinale, Località Torre dell'Ortello

Data pubblicazione: 02-05-2011
 
Le Vigne Don Peppe Diana
Il Museo delle Arti contadine

SCHEDA ANAGRAFICA

PIGNATARO MAGGIORE (CE) – TERRENO AGRICOLO CON FABBRICATO RURALE

Indirizzo
Via Vicinale, Località Torre dell'Ortello

Denominazione bene
Masseria nuova

Superficie
Piano seminterrato 174,19 mq
Piano rialzato 511,65 mq
Primo piano  163,66 mq
Terreno 35.31.53 ha

Particella catastale
Foglio 28 Particelle 2, 3, 4, 9 (fabbricato rurale)
Foglio 27 Particella 28 (terreno)

Confiscato a
Angelo Nuvoletta

Data della confisca
21.04.1995

Estremi del Provvedimento di acquisizione al patrimonio indisponibile del Comune
Deliberazione della Commissione Straordinaria n. 182 del 10.12.2001

Estremi Atto di assegnazione
Prot. n. 7670 del 28.07.2003

Finalità di destinazione d'uso
Azienda zootecnica/agrituristica finalizzata all'inserimento lavorativo di ex tossicodipendenti e malati mentali

Soggetto gestore
Consorzio di Cooperative Sociali  "ICARO" - Cooperativa sociale Arianuova

Modalità di assegnazione
Il Consorzio Icaro ha avuto in gestione il bene tramite affidamento diretto

Riferimenti per il Comune di Pignataro Maggiore – Via Medaglia d'Oro Iannotta -  81052
tel. 0823/503411 - fax. 0823/654428
RUP: ing. Girolamo Parente

Riferimenti per il Consorzio di Cooperative Sociali "Icaro" -  Via Merano, 2 – 81055 Santa Maria Capua Vetere (CE)
tel. 0823/890188 – fax. 0823/820232 – mail. consorzio.icaro@libero.it
Referente: dott. Gabriele Capitelli

Fonti di finanziamento
Legge Regionale 23/03 III annualità 2006 - Finanziamento indiretto Nuovi Percorsi Pol.i.s. - PON Sicurezza Misura II.1

Totale del finanziamento € 421.804,00

ATTIVITÁ ALL'INTERNO DEL BENE 
Il progetto ha previsto la realizzazione di una fattoria di prodotti tipici che valorizza la filiera produttiva del pomodoro e favorisce l'inserimento lavorativo di ex tossicodipendenti. I 2 piani del fabbricato rurale sono stati adibiti a residenza per persone con disabilità psico - fisiche, mentre il piano inferiore è occupato dal Museo delle arti contadine. Il preesistente capannone ristrutturato viene utilizzato per manifestazioni, lezioni di turismo della legalità con le scuole, esposizioni fotografiche e convegni. Le attività vengono svolte attraverso l'impiego nel settore agricolo degli ex utenti dell'Ospedale Psichiatrico Giudiziario (O.P.G.) di Aversa per l'attuazione di un progetto di inserimento degli stessi nel tessuto sociale. Le persone che risiedono nel bene coltivano anche i terreni circostanti. Dalle pesche coltivate è stato prodotto il nettare di pesca "Prodotti LeAli". Oltre alle pesche vengono coltivati anche pomodori e grano.

STATO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO
Il fabbricato rurale è distribuito su tre livelli, capannone attiguo e altro fabbricato pertinenziale diroccato insistenti su corte con annessi terreni. Con Decreto dirigenziale della Giunta regionale della Campania n. 93 del 18.04.2005 è stato assegnato il finanziamento in via definitiva con la successiva erogazione della prima rata di euro 92.500,00; con Decreto dirigenziale n. 415 del 15/9/2006 è stato effettuato il saldo del finanziamento di € 92.483,65 (€ 16,35 economie). I lavori sono stati consegnati il 24.10.2005 ed ultimati in data 20.07.2006, mentre il 08.09.2006 l'immobile è stato consegnato all'associazione assegnataria. Per quanto riguarda il fabbricato rurale sono stati apportati adeguamenti funzionali finalizzati alla creazione di alloggi e relativi servizi (cucina e bagni) per famiglie disagiate; adeguamento degli impianti elettrico, idrico, fognario e di riscaldamento; interventi generali di finitura: sostituzione infissi interni ed esterni, pavimenti, tinteggiatura esterna ed interna. Per quanto concerne invece il capannone attiguo si è proceduto alla sostituzione della preesistente copertura in amianto con nuova copertura in lamiera grecata. Sono stati demoliti i  ruderi e i resti delle vecchie recinzioni, mentre è stato realizzato un nuovo capannone per stoccaggio merci, mezzi ed attrezzature.
Il bene aveva già beneficiato di un finanziamento tramite la L.R. 23/03 nel 2004 per un importo complessivo di 234.550 euro.