Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Antonio Custra

Data pubblicazione: 13-07-2010
 
Data dell'accaduto: 14/05/1977
Luogo dell'evento: MILANO (MI)
Anni: 25
vittima del terrorismo
 
Breve storia dell'accaduto:
Per protestare contro la morte di  Giorgina Masi, una giovane donna uccisa durante un sit-in legato al terzo anniversario del referendum sul divorzio, avvenuta a Roma il 12 maggio 1977, fu indetta, il 14 maggio dello stesso anno, a Milano, una manifestazione da parte di organizzazioni della sinistra extraparlamentare. 
Il vicebrigadiere Antonio Custra, schierato con il suo reparto in via de Amicis, resta vittima di un balordo che gli esplode contro diversi proiettili. Uno di questi  lo colpisce direttamente alla nuca e, sebbene venga repentinamente soccorso, l'agente Custra muore il giorno dopo per i danni gravi riportati al cervello.
 
Antonio Custra lascia una giovane moglie e una figlia che nascerà pochi mesi dopo la sua morte. 
 
Lo studente Giuseppe Memeo, ripreso in alcune fotografie, scattate durante la manifestazione con una pistola in pugno, viene inizialmente accusato dell'omicidio Custra. Solo dopo 10 anni viene  rintracciato il vero responsabile del delitto: si tratta di Mario Ferrandi, riconosciutosi colpevole e condannato all'ergastolo.
Un altro studente, Walter Grechi, viene condannato a 14 anni di reclusione per concorso morale nell'assassinio. 
 
La morte di Custra si inserisce nel più ampio contesto storico-politico ricordato come gli anni di piombo: un'epoca in cui si verificò un'estremizzazione della dialettica politica, che si tradusse in violenze di piazza, in lotta armata e terrorismo.
 
Custra è stato insignito della Medaglia d'Oro al Merito Civile "alla memoria" il 12 maggio 2004. Il Comune di Milano, nel 2008, ha posto una targa sul luogo ove è caduto, in via de Amicis 51.
 
Nel comune di Cercola un liceo è stato intitolato alla memoria del brigadiere Custra. 
Nel 2010 il Comune di Milano ha intitolato un giardino al giovane Antonio. 
Il 19 novembre 2013 è stata inaugurata a Milano la nuova sede dell'Anps (associazione nazionale polizia di stato), intitolata al brigadiere ucciso.
 
"UCCISIONE ANTONIO CUSTRA" - VIDEO
 
"CADUTI POLIZIA ANTONIO CUSTRA"
 
"RETE PER NON DIMENTICARE MINISTERO BENI CULTURALI"
 
"PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA ONORIFICENZE"