Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Vincenzo Ummarino

Data pubblicazione: 21-05-2012
 
Data dell'accaduto: 21/05/1991
Luogo di morte: NAPOLI (NA)
vittima del dovere/criminalità organizzata
 
Breve storia dell'accaduto:
 
Vincenzo Ummarino, comandante di marina in pensione, viene ucciso per errore con un colpo alla nuca durante una sparatoria nei Quartieri Spagnoli a Napoli il 21 maggio 1991.  
Tre killer sparano su un'auto in sosta ma gli occupanti rispondono al fuoco. Il povero Vincenzo Ummarino si trova nella scia dei colpi e cade al suolo in una pozza di sangue. Muore poco dopo il ricovero in ospedale.
I carabinieri accorsi sul posto riescono a bloccare i killer che stavano provando a scappare: si tratta di Salvatore Frattini, 33 anni, Rosario Ugon, 23 anni, e Giovanni Matarrese di 22. Gli arrestati risultano essere affiliati al clan Mariano, al centro di varie guerre di potere tra ex affiliati e altre famiglie criminali per il controllo degli affari nella zona di Chiaia.
 
VITTIME DI MAFIA 
 
PAGINA FACEBOOK