Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Andrea Mormile

Data pubblicazione: 03-09-2013
 

"PILLOLA" VIDEO NONINVANO

 

Data dell'accaduto: 03/09/1982
Luogo dell'evento: Frattaminore ( NA )
Anni: 31
Vittima del dovere
 
Breve storia dell'accaduto:
Andrea Mormile, maresciallo di Polizia, è ucciso il 3 settembre 1982 mentre, libero dal servizio, si trova con alcuni amici davanti a un bar di Frattaminore. Con i suoi arresti Andrea aveva già in diverse occasioni intralciato i traffici del clan di Giuseppe Puca, boss in ascesa nella zona di Sant'Antimo e legato alla Nuova Camorra Organizzata di Raffaele Cutolo. Andrea era molto rispettato in paese e rappresentava agli occhi della camorra locale uno scomodo presidio di legalità da eliminare. 
Già ferito dai colpi di mitra esplosi da un uomo in auto, Andrea viene  poi avvicinato da un secondo killer che finisce il poliziotto con quattro colpi di pistola. Nell'agguato furono feriti alle gambe anche l'amico che in quel momento era più vicino ad Andrea e una passante di 66 anni. Andrea, sposato, era padre di tre figli piccoli.
 
Il comune di Orta di Atella ha intitolato una strada alla memoria del giovane maresciallo Mormile. Nella piazza principale di Orta di Atella è stato posto un monumento dedicato alla sua memoria e presso il cimitero dello stesso comune una tomba monumentale.
 
La storia di Andrea è raccontata nel libro di Raffaele Sardo "Come nuvole nere", edito da Melampo e promosso dalla Fondazione Polis nel 2013. La vicenda di Andrea è anche ricordata nel "Dizionario Enciclopedico delle Mafie in Italia", apparso per Castelvecchi nel 2013.
 
PAGINA NONINVANO

CADUTI POLIZIA
 
VITTIME DI MAFIA PER NON DIMENTICARE
 
VITTIME DEL DOVERE
 
RETE DEGLI ARCHIVI PER NON DIMENTICARE