Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Vincenzo Norcaro

Data pubblicazione: 24-07-2012
 
Data dell'accaduto: 24/07/01
Luogo dell'evento: Calvizzano (NA)
Anni: 30
 
Vittima della criminalità comune
 
Breve storia dell'accaduto:
Mentre Vincenzo e Giovanni si accingono a chiudere la tabaccheria di famiglia, due rapinatori armati  fanno irruzione nel locale. I complici restano ad aspettare nella Punto blu che sosta proprio davanti al negozio. I malviventi, probabilmente per inesperienza, cominciano a gridare puntando la pistola contro Giovanni, mentre Vincenzo si agita dietro al bancone. Nel frattempo Ciro Norcaro, padre di Vincenzo e Giovanni, è fuori che aspetta in auto l'uscita dei figli. Attirato dalle urla, scende dall'auto dei rapinatori un complice, dirigendosi verso il locale commerciale. Qui, senza indugi, esplode due colpi in direzione di Vincenzo che rimane ferito al volto. Inutile la corsa in ospedale. 
Vincenzo era sposato e padre di due bambini. Del gruppo di malviventi viene fermato inizialmente Giuseppe Borzacchiello, pregiudicato 31enne. A pochi giorni di distanza dalla tragica rapina, il giorno 27 luglio è stata organizzata dall'Azione cattolica e dall'Ascom una "fiaccolata della solidarietà" in ricordo di Vincenzo. Il corteo si è mosso dalla chiesa di Santa Rita a Villaricca per concludersi nel comune di Marano.   
Nel 2008 la tabaccheria viene di nuovo assalita da due giovani rapinatori che questa volta finiscono in manette. Ad arrestarli, gli agenti della squadra mobile di Napoli. 
Nell'agosto 2001 l'arresto di uno dei presunti responsabili dell'efferato delitto di Vincenzo Norcaro. Giuseppe Borzacchiello, 31 anni, viene  fermato dai carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna a Sant' Antimo. 
Nel 2003 Borzacchiello viene condannato a ventisette anni di reclusione.