Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Valentina Terracciano

Data pubblicazione: 11-11-2011
 
Valentina Terracciano
Data dell'accaduto: 12. 11. 2000
Luogo dell'evento: Pollena Trocchia (NA)
Anni: 2
Vittima della criminalità organizzata
 
Breve storia dell'accaduto:
Valentina viene uccisa a Pollena Trocchia mentre si trova nel negozio dello zio, Fausto Terracciano. Con lei anche la madre e il padre i quali restano lievemente feriti.
 
L'obiettivo dell'agguato di camorra è il fratellastro di Fausto, Domenico Arlistico, ma l'impossibilità di trovare l'uomo predestinato spinge i sicari a colpire un suo congiunto, lo zio di Valentina appunto, compiendo cosi una "vendetta trasversale". 
 
La bambina viene colpita da diverse pallottole alla testa e muore dopo un giorno di agonia all'ospedale. I killer di Valentina saranno oggetto, alcuni giorni dopo il delitto, di un'esecuzione propagandistica a Cerveteri, nel Lazio, ordinata dalla stessa malavita. 
 
Per questo ultimo delitto sono stati condannati all'ergastolo Gennaro Veneruso e Ciro Balzano.
 
La vicenda di Valentina Terracciano è ricordata nel "Dizionario enciclopedico delle Mafie in Italia", edito da Castelvecchi nel 2013.
 
VITTIME DI MAFIA PER NON DIMENTICARE
 
WIKIPEDIA VITTIME DELLA CAMORRA