Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Giovanna Paino

Data pubblicazione: 20-03-2019
 

anni: 60
dove: Napoli
data del ferimento:  21 marzo 2016
data del decesso: 24 marzo 2016
vittima criminalità organizzata
 
Il 21 marzo Giovanna Paino si trova per strada quando vine travolta da delle moto in corsa.
Giovanna sta attraversando la strada nei pressi di via Janfolla, a Miano, quando viene falciata dallo scooter e lasciata ferita sull'asfalto. Muore dopo giorni di agonia in ospedale.
 
Ridono, della morte della signora Paino, i sicari dei Lo Russo che intanto vengono intercettati il 27 giugno 2016. Si fanno beffa della vittima finita per caso nel raid di morte: a parlare nelle intercettazioni, agli atti dell'inchiesta guidata dal procuratore Colangelo, sono Carlo Lo Russo, la moglie Anna Serino e il gregario Luigi Cutarelli. 
A bordo della moto Gennaro Ruocco, 27 anni, e Luigi Cutarelli, 21 anni. Secondo le indagini del pool anticamorra appartengono entrambi al gruppo di fuoco dei Lo Russo. Quella mattina erano impegnati un una "stesa". 
 
La scena è stata ricostruita grazie alle cimici messe dalla Mobile in casa di Carlo Lo Russo, ma anche grazie alla testimonianza di una free lance che si trovava proprio lì, per un servizio a sfondo sociale, quando Giovanna è stata investita. È stata questa giovane donna a chiamare il pronto soccorso e a dare le prime informazioni sull'accaduto alle forze dell'ordine.
 
Sullo sfondo dell'omicidio dell'anziana donna c'è l'intenzione del gruppo di fuoco facente capo ai Lo Russo di uccidere Walter Mallo, che si è messo in testa di fare guerra al gruppo dei Capitoni. Nelle strade della periferia della città infatti si registrano continue sparatorie e si preparano agguanti, secondo quanto scrive il giudice Francesca Ferri. 
 
https://www.ottopagine.it/sa/cronaca/145457/morta-la-45enne-travolta-da-uno-scooter-a-pastena.shtml;
 
 
 
https://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/napoli_donna_travolta_moto_lasciata_morire_senza_pieta-1822466.html;