Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Mena Morlando

Data pubblicazione: 06-07-2011
 
Mena Morlando
Data dell'accaduto: 17.12.1980
Luogo dell'evento: Giugliano (NA)
Anni: 25
Vittima della criminalità organizzata
 
Breve storia dell'accaduto:
Filomena Morlando viene uccisa a pochi passi da casa per il vile tentativo di prendere il suo corpo come "scudo umano" nel corso di un conflitto a fuoco tra camorristi. Mena quel giorno era scesa di casa per raggiungere una lavanderia poco distante, ma nel corso del tragitto a piedi si è trovata coinvolta nell'agguato diretto a colpire Francesco Bidognetti. 
Mena Morlando si era trovata nel pieno di un regolamento di conti tra Francesco Bidognetti, all'epoca boss emergente della camorra casalese in soggiorno obbligato a Giugliano, e vecchi esponenti della Nuova Camorra Organizzata, come Battista Marano, che era legato al clan Mallardo, affiliati al boss Raffaele Cutolo.
 
Per troppo tempo la stampa ha ingiuriato il nome e la storia di Mena parlando del suo caso nei termini di un omicidio passionale. I familiari, su tutti il fratello Francesco, si sono battuti negli anni perché Mena fosse riconosciuta quale vittima innocente di camorra. Il magistrato Raffaele Cantone ha adottato questa terribile vicenda e nel corso di numerosi interventi pubblici e nel libro "Solo per giustizia" ha sempre sottolineato la matrice camorristica dell'assassinio di Mena.  
 
La dinamica dei fatti non è mai stata ricostruita in un processo. Il fratello Francesco, in un'intervista rilasciata al giornalista Raffaele Sardo, attende ancora giustizia e si dice disposto a parlare con il boss Bidognetti per sapere la verità. La verità la deve a Mena e ai suoi genitori, che ormai non ci sono più, affinché riposino finalmente in pace.
 
Nel 2010 il Comune di Giugliano ha intitolato una strada alla studentessa 25enne. L'anno successivo il presidio di Libera di Giugliano è stato dedicato a Mena e una targa è stata scoperta in via Monte Sion, luogo dell'omicidio.
 
Nel mese di giugno 2014, l'associazione Libera ha inaugurato il nuovo presidio a Salerno dedicato alla memoria di Filomena Morlando.
 
A Mena Morlando, a marzo 2016, è stata intitolata la sala consiliare del Comune di Giugliano. 
 
La storia di Mena Morlando è raccontata nel libro di Raffaele Sardo "Come nuvole nere", edito da Melampo nel 2013, e nell'opera di Raffaele Cantone "Solo per giustizia", pubblicata da Mondadori nel 2010.  La vicenda di Mena è anche ricordata nel "Dizionario enciclopedico delle Mafie in Italia", apparso per Castelvecchi nel 2013.
 
 
Collegamenti ipertestuali relativi a Filomena Morlando
 
Blog, link, social network, video:
1) Biografia contenuta all'interno dell'enciclopedia Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Filomena_Morlando
2) Pagina commemorativa sul gruppo Facebook "Vittimemafia" http://vittimemafia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=749%3A17-dicembre-1980-giugliano-na-filomena-mena-morlando-vittima-innocente-rimase-uccisa-durante-una-sparatoria-tra-bande&catid=35%3Ascheda&Itemid=67
3) Nome di Mena Morlando contenuto nella sezione "Nomi da non dimenticare" sulla pagina web dell'Associazione "Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie"http://www.libera.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/87 
 
4) Pagina commemorativa sul Blog di Raffaele Sardo "Dalla parte delle vittime" http://dallapartedellevittime.blogspot.it/2012_12_01_archive.html,
5) http://www.radiosiani.com/component/k2/item/11995-17-dicembre-tre-vittime.html;