Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Pino Amato

Data pubblicazione: 11-07-2011
 

Data dell'accaduto: 19/05/1980
Luogo di morte: Napoli (NA)
Anni: 50
vittima del terrorismo
 
Breve storia dell'accaduto:
 
L'auto dell'assessore democristiano al Bilancio della Regione Campania Pino Amato viene bloccata in vicolo Alabardieri: tre uomini e una donna sparano ed uccidono l'assessore. 
I terroristi fuggono subito dopo, ma l'autista e addetto di scorta, Ciro Esposito, reagisce a sua volta sparando e ferendo uno degli assalitori.
Il commando terrorista viene fermato dopo un inseguimento della polizia in via Santa Lucia. Vengono arrestati Bruno Seghetti, ferito dall'autista di Amato, Maria Teresa Romeo, Luca Nicoletti e Salvatore Colonna.
L'attentato è rivendicato dalle Brigate Rosse, che bollano il delitto come un punto di passaggio decisivo verso il sovvertimento dello stato borghese.
Condannati all'ergastolo, i quattro assassini hanno via via ottenuto una serie di benefici carcerari, l'ultimo dei quali risale al 2004.
La storia dell'assessore Pino Amato è raccontata nel libro di Raffaele Sardo "Come nuvole nere", edito da Melampo e promosso dalla Fondazione Polis della Regione Campania.
 
PAGINA NONINVANO

DALLA PARTE DELLE VITTIME: PINO AMATO

PER NON DIMENTICARE - OMICIDIO DI GIUSEPPE AMATO