Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Egidio Campaniello e Luigi Sapio

Data pubblicazione: 12-07-2011
 
Data dell'accaduto: 12/07/1992
Luogo dell'evento: Villa di Briano ( CE )
Anni: 67-88, rispettivamente
Vittime della criminalità organizzata
 
Breve storia dell'accaduto:
Egidio Campaniello e Luigi Sapio erano amici di lunga data, entrambi pensionati e residenti nel paesino di Villa di Briano. Il 12 luglio 1992, all'uscita dalla Chiesa di via Sant'Agata, i due amici vengono coinvolti nell'agguato diretto a colpire Nicola Cecoro, uno degli ultimi "sopravvissuti" di quella camorra che aveva sfidato Francesco Schiavone. Un agguato tra la folla, la macchina di Cecoro bersagliata dai proiettili piomba sulle persone in uscita dalla chiesa. Egidio e Luigi, investiti dall'auto rimasta senza controllo, verranno inoltre colpiti da proiettili alla testa e alle gambe.
 
La storia di Egidio Campaniello e Luigi Sapio è raccontata nel libro di Sabrina Ramacci ed Emanuele Boccianti "Italia giallo e nera", edito da  Newton Compton nel 2013. La vicenda di Egidio e Luigi è anche ricordata nel "Dizionario Enciclopedico delle Mafie in Italia", pubblicato da Castelvecchi nel 2013.