Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Antonio Caputo

Data pubblicazione: 27-07-2012
 

Data dell'accaduto: 28/7/1981
Luogo dell'evento: Salerno
Anni: 39
Si propende per la pista della criminalità organizzata

Breve storia dell'accaduto:

Antonio Caputo, Brigadiere del Corpo degli Agenti di Custodia in servizio presso la Casa circondariale di Salerno,  cade vittima di un agguato mentre rientra nella propria abitazione a Salerno. I killer attendono che Antonio parcheggi l'auto e al momento di chiudere la portiera gli sparano con fredda determinazione alle spalle. Nel corso delle sue mansioni carcerarie è possibile che il brigadiere sia  entrato in contrasto con qualche "boss" che poi ha deciso di vendicarsi. Il 27 giugno 2013 la casa circondariale di Salerno è stata intitolata ad Antonio Caputo.
Antonio Caputo è stato riconosciuto "Vittima del Dovere" ai sensi della legge 466/1980 dal Ministero dell'interno.

Nessuna citazione in libri

Collegamenti ipertestuali relativi a Antonio Caputo

Blog, link, social network, video:

1)Pagina commemorativa
 http://vittimemafia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=869:28-luglio-1981-salerno-ucciso-antonio-caputo-39-anni-brigadiere-del-corpo-degli-agenti-di-custodia&catid=35:scheda&Itemid=67

2) Pagina commemorativa sul portale del Ministero della Giustizia http://www.giustizia.it/giustizia//it/mg_6_9.wp?contentId=NOL758339

3) Pagina commemorativa su Facebook
https://www.facebook.com/permalink.php?id=235782723108953&story_fbid=618782268142328

4)Pagina commemorativa sul portale della Polizia Penitenziaria
http://www.polizia-penitenziaria.it/i-caduti/30-chi-siamo/il-corpo/valori-e-simboli/163-i-caduti-del-corpo