Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Antonio Landieri

Data pubblicazione: 30-06-2011
 
Antonio Landieri
PAGINA NONINVANO DEDICATA AD ANTONIO LANDIERI
 
Data dell'accaduto: 06-11-2004
Luogo dell'evento: Napoli
Anni: 25
Vittima della criminalità organizzata
Breve storia dell'accaduto:
 
Antonio Landieri, ragazzo disabile di 25 anni, muore in seguito ad una sparatoria in via Labriola, a Scampia. Altre cinque persone, tutte incensurate, restano ferite. Un momento di svago viene rotto improvvisamente da decine di colpi d'arma da fuoco; Antonio e i suoi amici sono infatti occupati a giocare una partita di calcio balilla. 
 
Antonio cerca di scappare e di ripararsi nell'androne di un palazzo, ma la sua disabilità non gli permette di correre velocemente. I proiettili riescono a raggiungerlo, il ragazzo muore sul colpo. Sul posto vengono ritrovati in tutto 16 bossoli. 
La famiglia di Antonio, i genitori e i due fratelli, sono travolti da un lutto enorme, da un dolore inconsolabile. Il cugino di Antonio, Rosario Esposito la Rossa, dopo l'immensa tragedia scrive un libro,  "Al di là della neve", in cui racconta di suo cugino, della sua ingiusta morte, di Scampia e del malessere che il quartiere vive.
 
La vicenda di Antonio scuote l'opinione pubblica campana e nazionale. La storia del giovane varca i confini locali e diverse sono le iniziative organizzate per ricordarlo sia in Campania che in altre regioni della penisola.
 
Ad Antonio Landieri e a Rita Atria viene dedicato un bene confiscato nella provincia torinese, grazie al contributo di Libera Piemonte e dell'associazione Acmos. All'inaugurazione della cascina confiscata sono presenti i genitori di Antonio e Rosario Esposito la Rossa, insieme ai volontari dell'associazione Vo.di.sca. 
 
Proprio il gruppo di Vo.di.sca, Voci di Scampia, rileva nel 2010 la casa editrice Cafiero e Marotta, che negli anni ‘60 ebbe gli onori della cronaca editoriale con pubblicazioni di altissimo livello e che si è sempre occupata di narrativa sociale, con particolare riferimento alla città di Napoli.
Rosario Esposito La Rossa e Maddalena Stornaiuolo, referenti per la Campania di Vo.di.Sca, dopo l'acquisizione della casa editrice trasferiscono la storica sede da Posillipo a Scampia per la creazione di una biblioteca popolare per i ragazzi del quartiere. 
La sede della biblioteca, inaugurata nel 2012 nel Teatro Area Nord di Napoli, viene dedicata ad Antonio Landieri.
L'iniziativa riscuote un successo del tutto inaspettato. Ad oggi, anche attraverso donazioni spontanee da tutta Italia, sono stati raccolti più di 18mila titoli.
Nel 2013 viene organizzata la prima edizione di "Libera in Goal", torneo di calcio in collaborazione con Libera presso l'ArciScampia per ricordare il giovane Antonio Landieri. 
 
Il 6 settembre 2014, giorno del decimo anniversario della morte di Antonio, presso lo sportello anticamorra nella sede dell'VIII Municipalità, viene scoperta una targa in ricordo del giovane. 
 
Il giovane Antonio viene riconosciuto vittima innocente della criminalità organizzata dal Ministero dell'interno nel mese di gennaio 2015.  
 
A gennaio 2016 nasce a Scampia "La notte dei Tributi Antonio Landieri", una reunion delle migliori cover e tribute band della città che si svolge nell'Auditorium.
 
Nel 2016 la giunta comunale di Napoli, su proposta del sindaco de Magistris, ha approvato tre provvedimenti in materia di toponomastica per l'intitolazione dello stadio comunale di via Hugo Pratt a Scampia alla memoria di Antonio Landieri. Nel dicembre 2017 viene apposta la targa che intitola lo stadio al giovane Antonio. 
 
Nel gennaio 201, grazie alle indagini condotte in questi anni dalla DDA e svolte dalla squadra mobile, vengono eseguiti 5 arresti per l'omicidio Landieri, compito nel 2004. Cesare Pagano viene raggiunto da un avviso di garanzia che loi individua quale mandante dell'omicidio. 
Il Comune di Napoli si è costituito parte civile nel processo, così come la famiglia di Antonio.
 
Gli Amato-Pagano, a pochi giorni di distanza dal duplice omicidio di Claudio Salierno e Fulvio Montanino, che il 28 ottobre 2004 segnò l'inizio della prima faida di Scampia, inviarono un gruppo di fuoco, armato anche di mitragliette Uzi, in via Labriola, all'isolato 1, conosciuto come "Sette palazzi", per dare una dimostrazione di forza ai Di Lauro; la sparatoria determinò la morte di Landieri.
 
Nel mese di ottobre 2018 si conclude il processo di primo grado nei confronti dei responsabili dell'omicidio di Antonio. Ergastolo per Giovanni Esposito, Davide Francescone, Ciro Caiazza; diciassette anni per Gennaro Notturno e Pasquale Riccio. Assolti Cesare Pagano e Giovanni Piana.
 
A parlare di Antonio Landieri anche Roberto Saviano nel programma "King of Crime" (ottobre 2017), in cui ha raccontato la storia vera di tre boss: Paolo di Lauro, Joaquín Guzmán Loera detto El Chap e il re fantasma Antonio Pelle. Il programma è andato in onda su Canale 9.
 
Nel mese di settembre 2018, per la finale del settimo torneo "Libera in goal" sono state apposte presso lo stadio "Antonio Landieri" più di cento gigantografie delle vittime innocenti della criminalità. Le foto  fanno parte di "NONINVANO", progetto culturale di sensibilizzazione sul tema delle vittime innocenti di criminalità promosso dalla Fondazione Pol.i.s.  
 
La vicenda di Antonio Landieri è ricordata nel "Dizionario enciclopedico delle Mafie in Italia", apparso per Castelvecchi nel 2013.
 
Collegamenti ipertestuali relativi ad Antonio Landieri
 
Blog, link, social network, video:
1) Biografia all'interno dell'enciclopedia Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Landieri
 
2) Nome di Antonio Landieri contenuto nella sezione "Nomi da non dimenticare" sulla pagina web dell'Associazione "Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie"
http://www.libera.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/87 
 
3) Pagina commemorativa sul portale dell' "Associazione nazionale familiari vittime di Mafia" 
http://www.vittimemafia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=585:6-novembre-2004-scampia-na-ucciso-antonio-landieri-25enne-disabile-non-riesce-a-sfuggire-ad-un-fuoco-incrociato-tra-camorristi&catid=35:scheda&Itemid=67;
 
4) http://www.ilsussidiario.net/News/Cronaca/2017/1/23/DISABILE-UCCISO-PER-ERRORE-A-NAPOLI-Antonio-Landieri-vittima-della-camorra-5-persone-arrestate-Ultime
 
 
5)  http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/01/23/news/uccisero_un_disabile_nel_2004_arrestati_cinque_scissionisti_-156672018/;
 
6) http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/01/23/news/uccisero_un_disabile_nel_2004_arrestati_cinque_scissionisti_-156672018/;
 
7) https://www.google.it/search                          q=antonio+landieri+2014+saviano&tbm=isch&source=iu&pf=m&ictx=1&fir=LP6VtlqAGeb7LM%253A%252C1qKdZCD3zbiniM%252C_&usg=__38uVifmRjQv1sWzyNtv1d1Wi3Xo%3D&sa=X&ved=0ahUKEwiVy-7hnuPWAhUGMBoKHSsiBJ4Q9QEILzAD#imgrc=LP6VtlqAGeb7LM:;
 
8) https://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/11/09/news/scampia_ecco_lo_stadio_per_antonio_landieri_la_madre_mio_figlio_e_rinato_e_ha_vinto_-180629290/;
9) https://www.youtube.com/watch?v=OANCvLq5MOk: inaugurazione campo di Calcio "Antonio Landieri"