Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Raffaele Gargiulo

Data pubblicazione: 13-07-2011
 
Data dell'accaduto: 08-07-2008
Luogo dell'evento: Castellammare Di Stabia (NA)
Anni: 38
Vittima della criminalità organizzata
Breve storia dell'accaduto:
Raffaele Gargiulo, originario di Lettere, viene ucciso a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, durante un tentativo di rapina. In compagnia di un'amica, Raffaele viene  improvvisamente affiancato da un gruppo di persone intenzionate a rapinarlo. 
Uno dei malviventi spara in direzione di Raffaele quando questi cerca di mettere in moto l'auto e di sfuggire all'aggressione. Il proiettile esploso colpisce parti vitali e, ormai senza controllo, l'auto rischia di precipitare in una scarpata. Saranno due alberi a trattenere il veicolo e a salvare in questo modo la donna che si trovava con Raffaele. Cristiano Valanzano, l'autore materiale del delitto, all'epoca dei fatti ventenne, si è scoperto poi essere legato agli ambienti camorristici di Castellammare, nonché in contatto con la 'ndrangheta calabrese. Nel dicembre 2008 vengono arrestati anche gli altri complici. Si tratta di Gaetano Caruso, 23 anni, e di Angelo Maresca, 19 anni, nipote di un affiliato al clan D'Alessandro.
Valanzano viene condotto nel carcere di Bellizzi, dove deve scontare la condanna a 16 anni di reclusione. 
 
VITTIME DI MAFIA PER NON DIMENTICARE
 
RETE DEGLI ARCHIVI PER NON DIMENTICARE