Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Andrea Nollino

Data pubblicazione: 05-12-2012
 

Data dell'accaduto: 26 giugno 2012
Luogo dell'evento: Casoria
Anni: 42
Tipologia: in corso di definizione (colpito per errore)


BREVE STORIA:

Andrea Nollino, 42enne di Casoria, aveva appena aperto il bar che gestiva insieme al fratello, in largo San Mauro, nel centro storico di Casoria.
Poco dopo le 8:00  di mattina, Andrea è all'esterno del locale quando viene colpito a morte.
Andrea lascia la moglie Antonietta e tre figli minori di 17, 16 e 4 anni.
Un uomo di grande onestà e ligio al dovere e al rispetto delle regole, il giovane Andrea rimane vittima innocente di proiettili vaganti. Ancora in corso le indagini sulle dinamiche dell'omicidio.
 
ll 28 giugno presso la Chiesa di San Mauro a Casoria, si sono svolti i funerali della vittima concelebrati da don Tonino Palmese.
L'Associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie, ha promosso una fiaccolata che si è tenuta il giorno dopo i funerali.

Dopo diversi anni di indagini, nel 2015 gli organi inquirenti emettono un Decreto di archiviazione perché ignoti gli autori.

Numerose iniziative si sono succedute in memoria di Andrea Nollino.
Il 7 novembre 2012 in suo onore hanno avuto luogo un convegno ed una fiaccolata, e la piantumazione di un ulivo nella villa comunale di Casoria con l'affissione di una targa commemorativa.
Il 19 novembre delo stesso anno si  è tenuto, nel campetto dell'oratorio della chiesa San Mauro Abate, un torneo di calcio in ricordo di Andrea e di tutte le vittime innocenti della città di Casoria.

È stata dedicata alla memoria di Dario Scherillo, Attilio Romanò, Andrea Nollino e Gianluca Cimminiello, la maratona della legalità promossa dall'amministrazione comunale di Napoli il 10 marzo 2013, con la collaborazione delle associazioni sportive di Libera Sport, della Nuova cooperazione organizzata di don Peppe Diana e della Fondazione Pol.i.s.
Durante l'itinerario sono stati allestiti in ricordo delle quattro vittime, gazebi della memoria , nei quali sono stati esposti foto e materiale informativo.
L'iniziativa ha inteso promuovere la legalità e la  cittadinanza responsabile.

A distanza di un anno dall'accaduto il ricordo di Andrea Nollino con una funzione religiosa nella chiesa di San Mauro a Casoria, concelebrata da don Tonino Palemse e don Mauro Zurro. La messa in suffraggio di Andrea viene preceduta da un presidio per la legalità che vede la presenza, accanto alla famiglia Nollino, per l'amministrazione comunale dell'assessore Luisa Marro, del maggiore della compagnia dei carabinieri Gianluca Migliozzi e del capitano Guglielmo Palazzetti e rappresentanti dell'arma in borghese e della polizia municipale.  Scarsa la presenza della cittadinanza di Casoria: "Siamo di fronte ad un oblio che ci atterrisce" , così don Tonino Palemse dall'altare commenta l'accaduto. Durante la funzione religiosa la figlia di Andrea, Carmen Nollino ricorda il padre.

Nel 2015 Luca il fratello e socio in affari di Andrea, insieme gestivano il bar prima della tragedia, muore in un incidente sul lavoro.

Il  presidente del Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità Avella Alfredo, presso la Fondazione Pol.i.s, negli ultimi 4 anni ha consegnato delle borse di studio in favore dei figli delle vittime innocenti della criminalità. A ritirare le borse di studio anche i figli di Andrea.

 

Blog, link, collegamenti ipertestuali:

1. http://vittimemafia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=866:26-giugno-2012-casoria-na-ucciso-andrea-nollino-colpito-da-un-proiettile-vagante-mentre-stava-spazzando-davanti-al-bar-di-cui-e-uno-dei-titolari-i-killer-a-bordo-di-uno-scooter-stavano-inseguendo-unauto-&catid=35:scheda&Itemid=67

2. http://www.youtube.com/watch?v=ESHiaDTMmfE