Rassegna stampa del 5 novembre 2019

Data pubblicazione: 05-11-2019
 

beni confiscati ai boss, utilizzato solo il 50%: sul "Mattino" i dati della ricerca della Fondazione Polis "Il riutilizzo dei beni confiscati in Campania: esperienze, pratiche e fabbisogni" a cura di Angela Palma;

omicidio Domenico Noviello, il pg chiede l'ergastolo per Cirillo;

la sede dell'associazione "Gelsomina Verde" a Scampia destinata agli uffici Asìa; Ciro Corona al "Mattino": "Sfratto vicino, tradito l'impegno del nuovo contratto";

le rivelazioni di due ex pentiti del clan Contini: "Esame da avvocato, tangente da 4mila euro per superarlo";

spaccio di droga, scacco a tre gruppi criminali attivi da Salerno alla Piana del Sele;

il boss Pignataro torna libero per decorrenza dei termini;

a Pozzuoli presto un corteo anticamorra dove c'è stata la festa del clan;

Marcello Ravveduto al "Mattino" di Avellino: "Attentati e sparatorie quando bisogna affermare il comando";

giornali vicini ai clan: "Nelle accuse di Saviano non ci fu diffamazione", su "Repubblica";

"Giustizia autorevole e benefici penitenziari", di Fabrizio Vanorio, su "Repubblica Napoli";

la vedova dell'agente Montinaro a "Repubblica": "Attenti ai mafiosi e ai messaggi che mandano dalle celle";

"È il mafioso che nega i diritti dell'uomo", di Luca Tescaroli, sul "Fatto Quotidiano".

Allegati: