Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Angelo Mario Biscardi

Data pubblicazione: 13-10-2021
 

Data dell'accaduto: 03.10. 1985   
 
Luogo dell‘evento: S'Agata dei Goti (BN) 
 
Anni: 35
 
Vittima di criminalità organizzata
 
 
Breve storia dell'accaduto:
 
Angelo Mario Biscardi, 35 anni, vicesindaco ed assessore all'Urbanistica al Comune di Sant'Agata de' Goti, viene ucciso per essersi ribellato al tentativo della camorra di entrare in possesso dei fondi stanziati dallo Stato per la ricostruzione post-terremoto.
 
L'omicidio di Biscardi avviene dopo una lunga serie di atti di criminalità che interessano in quel periodo Sant'Agata dei Goti.
 
In un primo momento l'autore del delitto Biscardi viene indicato dagli inquirenti nella persona di un pregiudicato locale ritenuto affiliato ad un clan camorristico di Marcianise e già arrestato con accuse di racket. Le indagini, tuttavia, non approdano a nulla perché, pochi giorni dopo quel 5 ottobre, anche il presunto killer viene ammazzato.
 
Il 26 settembre 2002 il prefetto di Benevento, ai sensi della Legge 20 ottobre 1990, n. 302, certifica che Angelo Maria Biscardi è  "deceduto quale vittima della criminalità organizzata".
 
Il 23 marzo del 2019 l'Amministrazione Comunale di Sant'Agata de' Goti intitola una piazza ed una stele ad Angelo Mario Biscardi.
 
Il 3 ottobre del 2020, nel 35esimo anniversario della sua morte, gli viene intitolata la sala convegni e formazione degli uffici della provincia di Benevento.
 
IL QUADERNO 23 MARZO 2019
 
IL CAUDINO 23 MARZO 2019
 
OTTOPAGINE 3 OTTOBRE 2020
 
ANTEPRIMA24 3 OTTOBRE 2020