Salta al contenuto principale Skip to footer content

Angelo Riccardo

Angelo Riccardo

Data dell'accaduto: 21/07/1991

Luogo dell'accaduto: San Cipriano d'Aversa

Anni: 21

Vittima della criminalità organizzata

Breve storia dell'accaduto

Il 21 luglio 1991 Angelo Riccardo, un giovane incensurato, testimone di Geova, veniva ucciso a San Cipriano d'Aversa, piccolo centro dell'entroterra casertano, mentre si recava ad una funzione religiosa insieme ad altri quattro amici. 

Erano in auto quando un'altra vettura si affiancava sparando ripetutamente, colpendo Riccardo al viso con tre colpi e ferendo lievemente gli altri. 

Nell'agguato furono coinvolti anche altri due giovani a bordo di altre due auto che transitavano nella zona. 

I Carabinieri ipotizzarono un regolamento di conti, ma dalle indagini si  appurò che l'obiettivo dei sicari era un'altra auto con a bordo dei pregiudicati, riusciti a sottrarsi ai killer.  Condannato all'ergastolo Luigi Venosa, esecutore materiale del delitto. 

La storia di Angelo Riccardo (insieme a quella di Antonio Cangiano) è stata ricordata il 21 giugno 2014 nel bene confiscato all'ex primula rossa del clan dei casalesi Michele Zagaria, nell'ambito del Festival dell'impegno civile, promosso dal Comitato Don Diana e dal coordinamento casertano di Libera.

Il 19 novembre 2014 a Casal di Principe veniva celebrata una messa per tutte le vittime di camorra dell'agro- aversano e dell'area nord di Napoli. Tra queste veniva ricordato anche Angelo Riccardo. L'iniziativa è stata sostenuta da diverse associazioni, tra cui Comitato Don Peppe Diana, associazione di volontariato Jerry Essan Masslo, Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti di criminalità.

Alla memoria di Angelo Riccardo è intitolata una biblioteca comunale nel comune di Succivo e la piazza del comune di San Cipriano d'Aversa.

La storia di Angelo Riccardo è raccontata nel libro di Gigi Di Fiore "L'impero", edito da Rizzoli nel 2009, nel "Dizionario enciclopedico delle Mafie in Italia", pubblicato da Castelvecchi nel 2013, e nel libro di Raffaele Sardo "La sedia vuota", edito da IOD e promosso dalla Fondazione Polis.

LINK ESTERNI

PAGINA NONINVANO

PILLOLA NONINVANO

VITTIME DI MAFIA PER NON DIMENTICARE

BLOG DALLA PARTE DELLE VITTIME

RETE DEGLI ARCHIVI PER NON DIMENTICARE

PEPPINO IMPASTATO.COM NOMI E COGNOMI

VIVI LIBERA

WIKIPEDIA PAGINA VITTIME DI CAMORRA

Etichette: