Salta al contenuto principale Skip to footer content

Lucio Terminiello

Data dell'accaduto : 24/03/1974

Luogo dell'accaduto: Milano

Vittima di terrorismo

Breve storia dell'accaduto

Un esponente di spicco della destra extraparlamentare milanese uccise al Parco Lambro l'impiegato di banca Lucio Terminiello ritenendolo un agente di polizia in borghese. Lucio Terminiello, nato a a Napoli il 3 agosto del 1943, viene ucciso per uno scambio di persona.

L'omicidio del Terminiello è da ricondursi ad un neo-fascista che cerca di eludere le investigazioni delle forze dell'ordine e poter così realizzare i progetti eversivi del gruppo estremista di cui faceva parte. L'extraparlamentare era da poco evaso e intendeva compiere, come poi fece, attentati e altri fatti criminosi. Sarebbe stato anche coinvolto successivamente sulle indagini circa la strage di Piazza della Loggia a Brescia nel 1974.

L'omicidio di Terminiello era destinato a rimanere insoluto fino a quando un altro neofascista decise di collaborare con la giustizia. Questi racconta che Pastori che un 17enne, legato a quegli ambienti, aveva scambiato Terminiello per un poliziotto, esplodendo contro di lui tre colpi di pistola.

Due giorni dopo, con la stessa pistola calibro 22, i due giovani compiono un nuovo attentato, facendo fuoco contro i passanti che si trovavano dinanzi alla facoltà di Architettura, ritenuta una base comunista, ferendo gravemente una bambina di 10 anni. Uno dei due viene catturato subito, l'altro qualche mese più tardi, ma nessuno aveva collegato la calibro 22 usata per l' attacco all'Università con l' arma usata per colpire Terminiello. Il collegamento alla stessa arma non viene realizzato perché un perito corrotto aveva cambiato la canna della pistola. Quando si comprende che la pistola usata per l'attento e l'omicidio è la stessa, l'autore del delitto Terminiello era fuggito dal carcere minorile e, da allora e fino al 1994, si era dato alla latitanza. 

In quell'anno, latitante da anni e condannato nel 1987 a 9 anni e 4 mesi di reclusione per l'omicidio dell'impiegato di banca Lucio Terminiello, viene arrestato dai funzionari della Squadra Mobile di Milano e dalla Polizia Spagnola a Castel Defels - località balneare a pochi chilometri da Barcellona - in Spagna. La sua casa viene circondata mentre era in corso una festa e l' uomo viene bloccato mentre tenta di allontanarsi a bordo di un motorino. Avviate successivamente le pratiche di estradizione. 

LINK ESTERNI

VITTIME TERRORISMO

FASCINAZIONE.INFO

ARCHIVIO REPUBBLICA

PREFETTURA - VITTIME TERRORISMO

IL FATTO QUOTIDIANO

Etichette: